.

.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

14 ottobre 2018

Ditemi, acciò ch’ancor carte ne verghi, Chi siete voi (Dante)

-Ditemi, acciò ch’ancor carte ne verghi, Chi siete voi (Dante)-



Il reggere la penna, in certe mattine, diventa pesante e se oltre, oltre, oltre, anche il cuore già soffre d'altri dolori il vergare <Ditemi, acciò ch’ancor carte ne verghi, Chi siete voi (Dante)> diventa, si trasforma nel " preferisco non pensare ".  
Questo è un fatto tanto comune in tutti. Non è semplice risolvere un problema,  non resta che l'opportunismo di cercare di sfuggire da alcune realtà, inebriandoci  in qualche distillato o pastiglia se non riusciamo a nascondere il pensiero con l'unica fonte di saggezza disponibile, .
Siamo un po tutti scienziati nel semplice elementare pensiero di poter risolvere il conto che la vita ci presenta ogni istante, il non riuscire ci angoscia allora lo deleghiamo ad altri.
In questa casa comune del mondo condividiamo, purtroppo o per fortuna, l'emozione del vivere. Ci sono emozioni che non riusciamo a soffocale, lavarle, riciclarle,  la leadership del sistema gossip, di  interessi economici e consumistici e ci marcano a incoscienti.
La nostra cultura è Laica influenzata da Cristianesimo ci suggerisce il Vangelo in una parabola (...iperbole): "E gli ultimi saranno i primi"   purtroppo anche su questo significato non tutti sono concordi, per noi questo pare il caso Stefano Cucchi , è un ultimo ma non è solo, insieme a lui ci sono anche quei tre uomini in uniforme che sono coinvolti in questa angosciante tragedia della costruzione del dolore e non riguarda solo loro,  è un dolore sociale universale insoluto ed è ingiusto che pesi solo su loro.
La questione del male che identifichiamo come la droga lo si può costringere in leggi, però se guardiamo verso un intelligenza universale globale, cercando una soluzione non la troviamo, troveremo ricette più o meno favorevoli o contrarie, ma poi dobbiamo prendere coscienza che è solo un fatto di potere di forza che prevalgono sulla salute fisica e mentale,  una selvaggia competizione per ottenere ciò che vogliamo.


Riguarda tutti poiché i nostri amori, i nostri affetti, le nostre fragilità sono esposti a questo vento... Alcuni direbbero contagio, altri direbbero benessere, altri ...  Nei fatti è un situazione economica così evidente e influenzante che viene stimata anche nel famoso PIL. 

La droga in se non è il male peggiore, è la consequenzialità è il potere che rende l'inferno senza uscita.  
Il potere piramide l'occhio onniveggente che guida il mondo in cui  uomini cascano e inebriati e lo cercano a tutti i costi. Potere superiore al soldo,  potere superiore a Dio, potere superiore ad altri.

Soluzioni non ce ne sono o non le sappiamo ma ognuna darebbe spazio ad altre dipendenze,  un univoca soluzione non è ancora disponibile. 
Quello che dovrebbe succedere è che ogni potere sia coerente con se stesso che non ci sia il solito furbo che allo scopo di un presunto bene sociale usi il male sostenendo che lo usa solo al fin di bene per sconfiggere il male. Un principio di coerenza.

Può esistere un credo di riferimento. un credo di bisogno, un credo di certezze,   se non esiste è poiché la nostra vita è incerta.

Per altri mali al massimo abbiamo trovato la soluzione come per le sigarette "Il fumo uccide, il fumo fa venire il cancro,  ecc." . 
Sta nei fatti che continuano a fumare un po vittime empatiche della sigaretta o del sigaro, ma sopratutto perché non siamo capaci di curarne le cause, stress, frustrazioni, aumento di peso, ecc. 
...C'è ... potrebbe esserci una cura preventiva, quella di curare l'origine oltre a quella che persone siano consapevoli, conoscano, sappiano le conseguenze, i pericoli e, ma non basta,  la debolezza umana opportunista e ogni gregge  il suo pastore e non conduca alcune di esse al macello per soddisfarsi e mantenere le altre in suggestione. "Chi uccide  più pecore non è il lupo ma il pastore".

Una scelta politica o di saggezza popolare? 
Umana di consapevolezza condivisa .

Il caso Cucchi non è solo un Giudizio di colpevolezza o assoluzione attraverso l'interpretazione di Leggi, è una sfida dovrebbe (stona l'uso del condizionale), moralmente deve essere una riflessione  sociale, umana che ci coinvolge tutti. 

Siamo nell'era della globalizzazione che impedisce di vedere la scacchiera, anche perchè non tutti sanno giocare, la soluzione è per un semplicismo del  bianco o nero - vecchia pellicola cinematografica - obsoleto schermo TV;  a colori trasferiti nel beige , grigio, dell'uno o dell'altro, del cuore o della testa, del bene e del male, dell'antagonismo della divisione, dei muri. L'equilibra manca in nome di  ataviche avidità.
Come in un obsoleto equilibrio di donna/uomo che ignoranti di quale sia il suo compagno/compagna, o di avere più mogli e più mariti/amanti. 

La capacita di metterci in discussione secondo natura e conoscenza e tracciare nuove rotte imprevedibili ed escluse.
Se dobbiamo dividere il sapere  dividiamolo,  una mezza via "incerta incognita universale" con le  inconsapevoli conseguenze delle nostre scelte,  forse riusciremo a costruire un modello sociale ottimale, ma siamo pronti a questo? 
Tutti insieme o divisi?

L'istinto naturale porta a voler l'esclusiva è un fatto di procreazione di trasmissione genetica.
Questo modello che ci dà l'imprinting è rapportabile al bene e male?

Stefano e gli altri uomini coinvolti sono ognuno per loro conto vittime di questa incapacità umana  di trovare una soluzione condivisa, se soluzione esiste.
Quattro uomini, non distrutti conseguenzialmente alla droga, ma dalla nostra incapacità di vedere.




Che la speranza non sia vana.
Abbiamo più di tremila anni di sapere alle nostre spalle usiamoli per curare i nostri sbagli,  non facciamo un altro rogo della nostra sapienza. 
E' ora di diventare adulti.  
E che le parole "pace e Amore non siano una scatoletta vuota. 

Nuovi modelli di sviluppo. C'è lavoro per tutti!





2 luglio 2018

Nuovi aumenti del costo della Vita.

Nuovi aumenti del costo della Vita.

Nuovo giro stessa corsa!
Come consuetudine quando mancano i soldi la facile ricetta è mettere le mani nelle tasche del "buon Pantalone" e della sua gente.
Gli aumenti Luce e Gas peseranno come consuetudine su quei poveretti privi di voce e potere, gia la vita è al limite della sopravvivenza per coloro che hanno e credono nella "giustizia" nella così detta onestà, legalità, reciprocità, eticità, eccc.
Questi aumenti come nel passaggio tra la lira e l'Euro e altri aumenti legati alla logica dell'inflazione perenne giustizierà i fragili con pronti dotti magistrati spazientiranno il giustificato sfratto, al pianto di alcuni per il godimento di altri, non peseranno su quelli che da sempre non hanno subito ma hanno fatto subire.. 
Già la conseguenze le vedremo con l'aumento degli affitti del costo delle case, del costo dei vestiti, delle mutande, dei ristoranti di tutti quei piccoli divertimenti di serenità pian piano tolti a quella massa che sempre ha pagato e paga con il lavoro della loro povera vita, ridotti al silenzio della loro vita.
Orbene dal podio della prossima Chiesa sentiremo il sussurro della verità del Divino, che legato al suo business sulla povertà sarà felice instradare sulla giusta via del martirio della speranza le masse in attesa del paradiso è una questione di marketing.




Fortunatamente ora abbiamo la nuova generazione che ha compreso perfettamente la politica della "carota e bastone" I poli di una strategia del apparente dare e togliere. Come se si regolarizzare le situazione economiche precarie e dall'altra parte si togliesse aglio stessi ma si negasse il togliere. 
Sarebbe proseguire nella strategia già usata dalla precedente generazione.
Meno male che ciò non sta avvenendo oppure no?

5 giugno 2018

La pace è difficile e si dovrebbe saperla fare.

La pace è difficile e si dovrebbe saperla fare.


Ristorante Taiwan Milano
Taiwan provincia autonoma Cinese  ha adottato la politica "Una Cina" nel 1979, gli Stati Uniti mantengono stretti legami commerciali con l'isola e rimane il principale fornitore di armi.  Potenzialmente così Taiwan è  il principale fautore della pace tra Cina e Usa facendo da ponte per lo scambio di quelle tecnologie segrete a cui la Russia non ha accesso.
Dal suo insediamento, il Presidente Trump ha approvato la vendita di $ 1,4 miliardi di armi a Taipei.  A marzo, ha firmato nuove regole che consentono agli alti funzionari statunitensi di recarsi a Taiwan per incontrare le loro controparti di Taiwan e viceversa.
Pare infatti che la Cina sia reciprocamente affidabile, mentre c'è l'impressione che la Russia  non susciti analogo sentimento o forse ha perso il controllo della situazione.
-mm-@live.it
p.s.
Abbiamo immediatamente avuto delle riflessioni a tal proposito la sintesi è l questa: -"é come se la Sardegna acquistasse armi evolute da Russi e Cinesi..."-
"-Ben si può allora comprendere la Politica di Erdogan in questo contesto di alleanze trasversali.-"




11 maggio 2018

Corruzione

Corruzione:

quello che affiora ai nostri occhi è ben poca cosa, situazioni come lo scandalo Panama Pepers passano nella lavanderia dei media generalisti e suscitano irritazione sociale per pochi attimi, il tempo di dimenticare: Degli 800 italiani italiani contenuti nei documenti dei Panama Papers resta solo qualche traccia nei giornali di allora.  (il Secolo   , la Stampa  )  
Nulla si sa più riguardo alle indagine  ordinate dalle Procura di Torino il 6 aprile 2106 (due anni cancellano la memoria con la parola "archiviate")
La corruzione, parte dei sistema, resta comunque prerogativa di quel Olimpo di potenti che possono tutto, la carota del potere eper il resto della gente resta solo il bastone.

Ieri è affiorato che dopo ampie espressioni che in passato funzionari delle Nazioni unite avevano espresso condannando la corruzione come il male supremo anche alle Nazioni Unite qualche cosa non funziona riguardo alla coerenza, o secondo la "puntatura" di opinione.


Il Fatto:

Il Dipartimento di Giustizia degli Stai Uniti  in un comunicato stampa ha comunicato  che L'investitore immobiliare di Macau, Ng Lap Seng,  presidente   di una società di sviluppo immobiliare è stato condannato da un tribunale federale americano (ave, habemus Papa!) a 48 mesi di prigione e tre anni di supervisione per il suo ruolo in uno schema attuato per corrompere gli ambasciatori delle Nazioni Unite al fine di ottenere supporto per costruire un centro conferenze a Macao che ospiterà, tra gli altri eventi, l'annuale Expo Sud-Sud per lo Sviluppo Globale delle Nazioni Unite.
"Lavanderia Vaticana, servizio completo
 rivolgersi alla Curia di competenza."
Questo affiora dopo che altri scandali riguardanti la corruzione sono avvenuti senza lasciare alcuna traccia educativa attraverso i mass media di alta diffusione  Italiani.
Ricordiamo che solo quest'anno sono state mosse pesanti  accuse contro cinque ex funzionari del governo venezuelano per la loro presunta partecipazione a un programma internazionale di riciclaggio di denaro corrisposto per corrompere i contratti energetici dalla compagnia petrolifera statale e controllata dal Venezuela, Petroleos de Venezuela SA.
Quanto sia profondo il mare della corruzione è palpabile ovunque.

Questa è l'altra parte del discorso che rimbalza,  "se sei corrotto tu perchè non dovrei usare la stessa strategia anche io?"  Pare il motto costante ma nascosto dall'opinione che conta, quella che in Italia ha manipolato da sempre il popolino che è chiamato ad essere umile e servile, onesto e disponile e perchè no? Fare dell'umorismo! 
La strategia cosciente, la vigliaccheria di un potere che conosce la realtà globale e che ne è parte,  però crea creduloni da impiegare al martirio in nome del potere, l'ignoranza sfruttata. 
Corrompere è sempre più un privilegio non una colpa, d'altronde la corruzione ha origini e strategie ben radicate nella storia.
-mm-@live it.